ciclismo

Se “Starty” vai “Up”. La dura legge del Ciclismo

Oggi, molti credono che per fare l’imprenditore basti fare una Start Up. Molti credono che per essere un imprenditore “alla moda” basti avere una Start Up. Molti credono che per avere una Start Up basti essere un imprenditore “alla moda”. Tutto ciò è talmente vero che grandi imprenditori, di Business consolidati, cedono al desiderio di avere una o più Start Up. Sì perchè le Start Up sono come i Rolex al polso. Bello averne uno, ancor più bello averne due da indossare contemporaneamente. Molti dimenticano che la Start Up è una impresa e quindi come tale necessita non solo dell’idea ma anche della capacità di conduzione. Come al solito abbiamo in testa il successo di un uomo che ha creato una Start Up ma dimentichiamo che almeno 100 sono stati sacrificati e non esistono più. Il Business ha le sue regole, le si può aggirare drogando di necessità il mercato ma alla fine il Modello di Business Tradizionale riprende il controllo; è come nel ciclismo, un corridore parte in fuga, il pubblico si entusiasma, lo sospinge con l’applauso, il gruppo lo lascia andare, accumula vantaggio, è solo, tutta l’attenzione è su di lui, la sua pedalata è fluida, è un eroe. Ma la dura legge del ciclismo non perdona, il gruppo comincia a riguadagnare, l’eroe perde terreno, il gruppo lo raggiunge, lo ingloba e il suo attimo di gloria è finito. Di lui non si parlerà più fino a quando un nuovo giorno non verrà. Nel Business se Starty sarai famoso per qualche attimo, ma ricordati che resterà solo chi è UP.

Leave a reply: